Log in

Irlanda, ancora nessun risultato per la legge anti bagarinaggio

 

Non si riesce a trovare un compromesso fra promoter, rivenditori di biglietti e organizzazioni sportive in Irlanda, per la necessità di regolare il secondary ticketing portata avanti dal Parlamento.

La proposta di legge di Maurice Quinlivan, deputato che ha proposto di rendere illegale la vendita di un biglietto «a un prezzo superiore del 10 per cento a quello ufficiale» è stata criticata.

Nel frattempo, si è conclusa una consultazione del Ministero del lavoro e dell’innovazione, che ha incluso anche siti di rivendita come StubHub e Viagogo. A spingere il Parlamento in questa direzione era stato lo scandalo dei biglietti per il concerto degli U2.