Log in

 facebook 

A+ A A-

Segreteria Assomusica

Grazie

Cari amici, colleghi, sostenitori,

l’anno che sta per concludersi ha prodotto importanti risultati per il mondo dello spettacolo ed in particolare per la musica popolare contemporanea.

E’ stato approvato il DDL 4652, che delega al Governo “la disciplina delle attività musicali contemporanee popolari dal vivo”.
Caso più unico che raro, il disegno di legge è stato approvato pressoché all’unanimità, sia alla Camera che al Senato. La legge ha recepito buona parte delle istanze sostenute da Assomusica e sottoscritte da tutti voi.
Inoltre, la Legge di Bilancio 2018 approvata lo scorso sabato ha introdotto numerose novità che riguardano il nostro settore. E’ stata rinnovata la card diciottenni per altri due anni, è stato adeguato il concetto di prestazione artistica ai tempi moderni, introducendo l’aliquota agevolata del 10% anche alle prestazioni rese dagli intermediari. E’ stato introdotto il tax credit per lo sviluppo della creatività e così via. La cultura e la creatività sono diventati centrali nelle politiche di questo Paese.

Non si può che essere soddisfatti, anche se resta molto lavoro da fare affinché i decreti attuativi della Legge per lo Spettacolo vengano emanati nel più breve tempo possibile.


SODDISFATTI
SOPRATTUTTO PER IL GRANDE LAVORO DI SQUADRA E DI PARTECIPAZIONE alle nostre iniziative.


Corre quindi l’obbligo di ringraziare tutti, anche se sarebbe impossibile farlo con una mail. (www.assomusica.org)

Innanzitutto voglio ringraziare Voi che in 36.235 avete sostenuto il nostro appello, oltre ai 3.000, tra artisti, operatori del settore, dello sport, della cultura e della società civile che l’hanno sottoscritto.

Ringraziare tutte le associazioni di categoria aderenti ad Agis e tutte le organizzazioni firmatarie dell’appello consegnato a mano ai decisori pubblici lo scorso 6 marzo a Firenze.


Un Grazie soprattutto ai Governi Gentiloni e Renzi, al Ministro Dario Franceschini, all’On. Roberto Rampi (presentatore della proposta di Legge, sottoscritta da altri 16 parlamentari) e ai parlamentari Di Giorgi, Ferrara, Liuzzi, Ascani, Giro, Valiante, Fanucci, e a tutte le forze politiche, di maggioranza come di opposizione, che si sono battuti, insieme a noi, accogliendo le nostre istanze.


Non vi nascondo che siamo andati oltre quanto potevamo aspettarci. Questo rende ancora più merito a tutti e mi piacerebbe poter festeggiare questi importanti risultati insieme a tutti voi. Impresa questa altrettanto complicata, ma mi auguro che con l’aiuto di nostri associati, di artisti e quanti vorranno farsi promotori riusciremo a realizzare un importante evento.


D’altronde abbiamo iniziato da qui molti mesi fa e non possiamo fermarci:

"Coltiviamo‎ emozioni" in un terreno arido, dove leggi ottocentesche non consentono una adeguata legislazione per lo sviluppo della musica e della creatività. ASSOMUSICA si batte da vent'anni per avere una legge sulla musica. Finalmente il Governo ed il Parlamento potrebbero approvare una legge per un settore dalle grandi potenzialità di sviluppo e di internazionalizzazione, tenendo conto delle peculiarità proprie del nostro lavoro.


Grazie a tutti coloro che con passione hanno sottoscritto il nostro appello e grazie a quanti vorranno sostenere la nostra causa.

 

GRAZIE ANCORA A TUTTI E CHE IL NUOVO ANNO CI SIA DI BUON AUSPICIO.


Il Presidente
VINCENZO SPERA

 

GIAPPONE: Verrà presentato il disegno di legge contro il secondary ticketing

Una coalizione di parlamentari giapponesi deve presentare una proposta di legge alla Camera dei rappresentanti per regolare il mercato dei biglietti secondari online, sempre più controverso in Giappone.

I membri del gruppo parlamentare liberaldemocratico (LDP) sul Live Entertainment si sono incontrati il ​​7 dicembre per redigere il progetto di legge, che imporrebbe tutti i biglietti rivenduti su Internet includendo informazioni sulla data, l'ora, la posizione e il numero di posto dell'evento; un avviso che la rivendita del biglietto è vietata; e che il promotore abbia adottato misure per impedire la rivendita del biglietto, anche controllando l'identità del venditore del biglietto.

see more on IQ Magazine

CANADA: MARKET REPORT

L'economia del Canada ha portato le nazioni del G7 in crescita nel 2017, e questo slancio sembra aver portato ad una crescita per il settore della musica dal vivo.

"È solido", afferma Jim Cressman, presidente di Pentiction, con sede nel British Invictus Entertainment Group, che pubblica e promuove 500-700 concerti all'anno in più sedi. "L'artista giusto al giusto prezzo quasi sempre fa affari prevedibili".

Sebbene non sia stato ancora fatto uno studio nazionale sull'industria della musica dal vivo, un'analisi dell'impatto economico dell'attività in Ontario - la provincia più popolata del Canada e sede del fulcro musicale di Toronto - ha dimostrato quanto sia importante. Lo studio Live Music Measures Up ha mostrato che l'industria ha coperto 20.000 posti di lavoro a tempo pieno nel 2013 e che la spesa delle compagnie di musica dal vivo e l'attività turistica generata dai festival musicali hanno contribuito con meno di $ 1,2 miliardi di C $ (€ 0,8 miliardi) al prodotto interno lordo dell'Ontario.

 

see more on IQ Magazine

UK: 4 ARRESTI CONTRO IL SECONDARY TICKETING

Martedì 12 dicembre, gli agenti dei National Trading Standard hanno condotto incursioni in una serie di proprietà in tutto il Regno Unito", afferma un portavoce del National Trading Standards in una dichiarazione. "Questi raid fanno parte di un'indagine in corso che esamina le pratiche sleali nel mercato del ticketing secondario.

See more on IQ Magazine

L'INVIDIA DEL MONDO ': COME I FONDI PUBBLICI INCREMENTANO MUSICA CANADIANA

Il sostegno finanziario del governo locale e federale è una parte fondamentale del successo della musica dal vivo in Canada, afferma uno dei più importanti agenti di booking.

L'agente Jack Ross, nuovo co-responsabile dell'APA in Canada, ha acclamato il sostegno delle autorità canadesi per le imprese musicali come chiave per la crescita dell' industria della musica dal vivo.

Parlando all'IQ magazine, Ross identifica le sovvenzioni concesse dai governi federale, provinciale e municipale per eventi in cui la musica dal vivo è una componente importante come contributo significativo al successo del mercato dei concerti in Canada, che a 711 milioni di dollari USA (C $ 907m) è il settimo più grande del mondo (vedi i dati PwC dell'ITY 2017).

 

See more on IQ mgazine

Ue, Spera (Assomusica): lavoriamo con direzione cultura su Music Moves Europe

“In questo nuovo movimento che si sta creando in Europa e in questa nuova progettualità del Parlamento europeo bisogna stare molto attenti affinché le cose non restino come sono, con la musica che finisce per essere solo la musica classica, la cultura solo quella materiale e dei monumenti e non si rende conto che ad esempio si possono valorizzare i monumenti con la musica e viceversa fare delle cose”. Lo ha detto ad Agcult il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, a margine della prima giornata del Forum europeo della cultura che si è tenuto a Milano. Per esempio, spiega, “c’è chi ha musicato le opere di Caravaggio trasformandole in musica: questo è il prodotto del futuro, tutto sta nel lavorarci sopra”.

“Stiamo lavorando con la direzione cultura della commissione europea sulla progettualità legata a Music Moves Europe, un tentativo di sperimentare alcuni format per poi riuscire ad ottenere una legge specifica sulla musica così come accaduto con la legge sull’audiovisivo. Però questo non basta, bisogna intervenire anche su azioni legislative”, ha concluso Spera.

fonte: Ag Cult

Subscribe to this RSS feed